La semplicità guida le nostre scelte

Da vent’anni il personale di Simonetti Tartufi di Menconico è al servizio della propria clientela per fornire assistenza e chiarimenti sulle tipologie di tartufi esistenti sul territorio, sul calendario di raccolta a seconda della regione di riferimento e sui metodi di conservazione.

Il tartufo fresco è un prodotto unico e inconfondibile, dal sapore intenso e profumato. È un fungo del tipo ipogeo, ovvero che cresce sottoterra, accanto alle radici di alcuni alberi e in particolare querce, pioppi e tigli, con cui vive in simbiosi e da cui assume nutrienti e sali minerali. Il tartufo ha una struttura spugnosa, che vede l’80% della sua massa formata da acqua, mentre per il restante 20% da ceneri, azoto totale, azoto non proteico, proteine, lipidi, glucidi solubili e fibra alimentare. Il tutto per un contenuto calorico di 31 Kcal per 100 grammi.

Il tartufo fresco andrebbe consumato nel più breve tempo possibile, tuttavia con alcuni semplici accorgimenti è possibile mantenerne infatti per alcuni giorni profumo e gusto.

Il prodotto avvolto in carta assorbente e fasciato in un panno di stoffa va conservato in frigorifero; se una volta fasciato, per evitare la contaminazione di altri prodotti, viene chiuso in barattolo bisogna avere l’ accortezza di cambiare la carta quotidianamente per eliminare parte dell’ umidità che ne accorcerebbe la durata.

La temperatura ottimale di conservazione oscilla tra i 2 ed i 5 gradi.

Per richiedere maggiori informazioni sui metodi di conservazione dei tuoi tartufi appena raccolti chiama il numero +39 392 4472307